Cerca

Focus

Perché Romelu Lukaku ha scelto il Chelsea snobbando l’Inter

Il calciomercato estivo, in fondo, corrisponde a settimane in cui può succedere di tutto e pure il contrario. Imprevedibilità, questa è la parola d’ordine giusta per descrivere un fenomeno che ha acquisito uno spazio tutto suo nel mondo del calcio.

Perché Romelu Lukaku ha scelto il Chelsea snobbando l’Inter

Era inevitabile che una persona seria e anche particolarmente sensibile come Lukaku fosse stata toccata dalle decisioni prima di Antonio Conte, tecnico che l’ha fortemente voluto a Milano, e poi di Hakimi, di abbandonare la piazza nerazzurra.

La decisione di abbandonare non una nave che stava affondando, ma senza ombra di dubbio una nave in difficoltà è sicuramente discutibile, ma non si tratta dell’unico motivo per cui il bomber di origini belghe ha deciso di lasciare l’Inter e trasferirsi al Chelsea, pur permettendo alla società meneghina di portare nelle casse nerazzurre qualcosa come 115 milioni di euro.

Il calciomercato estivo, in fondo, corrisponde a settimane in cui può succedere di tutto e pure il contrario. Imprevedibilità, questa è la parola d’ordine giusta per descrivere un fenomeno che ha acquisito uno spazio tutto suo nel mondo del calcio. Minutidirecupero.it fornisce notizie fresche sul calciomercato e trattative in tempo reale, così da non perdere neanche una notizia, a maggior ragione se si tratta della propria squadra del cuore.

Lukaku ha detto no al ridimensionamento

Uno dei motivi più importanti per cui l’attaccante belga ha voltato le spalle alla possibilità di continuare con la maglia nerazzurra è piuttosto facile da intuire. Il programma di ridimensionamento messo in atto da parte della famiglia Suning cozza decisamente con le sue ambizioni di vincere dei titoli.

Antonio Conte, in tal senso, ci aveva visto effettivamente lungo e si spiega anche in modo più chiaro la sua decisione di lasciare l’Inter, un po’ strana effettivamente dopo aver appena vinto lo scudetto. Tranne qualora ci fossero dei problemi economici, che poi effettivamente si sono verificati e stanno portando alla cessione di due pezzi pregiatissimi del club meneghino, ovvero Hakimi e Lukaku.

La scelta di cambiare aria e approdare al Chelsea è abbastanza facile da spiegare anche questa volta: Lukaku vuole un club dove poter vincere qualcosa di importante a livello europeo e sicuramente i Blues sono una soluzione ottimale, dal momento che hanno portato a casa proprio la Coppa dei Campioni e una Supercoppa Europea nel giro di qualche mese.

D’altro canto, il Chelsea ha dato il via a un pressing notevole sul belga per cercare di riportarlo in quel di Londra. Lukaku è stato convinto anche da questa decisione nel riaverlo a Londra. Le ambizioni del club guidato da Abramovich coincidono con un progetto vincente che ha preso il via con l’ex tecnico del Borussia Dortmund Tuchel.

Di conseguenza, è davvero facile intuire ora i motivi per cui Lukaku ha scelto di lasciare l’Inter, senza tenere in considerazione la questione dal punto di vista economico. In effetti, all’Inter non avrebbe mai potuto guadagnare i 12 milioni di euro di stipendio annuale che gli sono stati offerti da parte del club londinese.

Gli addii di Hakimi e Conte hanno pesato sulla decisione di Romelu

Era inevitabile che una persona seria e anche particolarmente sensibile come Lukaku fosse stata toccata dalle decisioni prima di Antonio Conte, tecnico che l’ha fortemente voluto a Milano, e poi di Hakimi, di abbandonare la piazza nerazzurra.

Il ridimensionamento che è andato a colpire il progetto della famiglia Suning è, in effetti, un po’ sotto gli occhi di tutti e non ha fatto altro che spingere in maniera definitiva il bomber belga a prendere questa decisione, cogliendo al volo l’offerta che è stata presentata da parte del Chelsea, che tra l’altro è di quelle che non si possono proprio rifiutare per alcun motivo.

Se Lukaku aveva comunque mostrato dei segnali di apertura alla permanenza in nerazzurro anche dopo che Conte e Hakimi avevano salutato, bisogna mettere in evidenza come l’offerta che è arrivata da Londra ha messo in discussione e non poco un po’ tutte le sue certezze. Ha cambiato idea solo di fronte all’offerta migliore per le sue esigenze e per quelle della società nerazzurra ovviamente.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione