Cerca

Il ritratto

Le frequentazioni foggiane di Franco Battiato, Corvino: «Ci ha insegnato che la musica è ricerca, spiritualità, comunicazione»

Nel 2012, ha sostenuto il progetto "Anestesia Totale", cd di canzoni composte dal musicista foggiano Valentino Corvino, il cui ricavato era completamente destinato alla Comunità di San Benedetto al Porto di Don Andrea Gallo.

Le frequentazioni foggiane di Franco Battiato, Corvino: «Ci ha insegnato che la musica è ricerca, spiritualità, comunicazione»

Ha interpretato insieme a Luca Madonia il brano "L'esondazione" il cui testo era firmato Marco Travaglio ed un altro foggiano, Enrico Cibelli. «La sua presenza ci ha ispirati nel fare della musica il punto di contatto tra ricerca, spiritualità e comunicazione, abbattendo ogni divisione tra generi, linguaggi, culture, passato, presente e futuro”, ricorda Valentino Corvino

Un artista raffinato e schivo, complesso e completo. Impossibile etichettare la musica di Franco Battiato che spaziava tra generi diversissimi: dalla musica pop a quella colta, dalla musica etnica all'opera lirica toccando momenti di avanguardia con l'elettronica. Adesso danzerà con i suoi dervisci il maestro, scomparso oggi all’età di 76 anni, e che per cinquant’anni ci ha regalato brani indimenticabili come: L'era del cinghiale bianco, Centro di gravità permanente, ed impossibile dimenticare la sua toccante interpretazione de La cura durante l’esibizione al Festival di Sanremo nel 2007. Ma Battiato non era solo musica. Artista impegnato e pluripremiato, si è dedicato anche al cinema, alle sperimentazioni come alla regia, aveva curato tre pellicole e tre documentari, amava dipingere. Tra i libri di cui figura come autore: Attraversando il bardo. Sguardi sull’aldilà, un viaggio esclusivo all'interno del libro tibetano dei morti. L'ennesima e definitiva escursione del cantautore siciliano nel mondo della spiritualità.

Nella sua carriera ha collaborato anche con moltissimi suoi colleghi da Alice a Milva, da Giuni Russo a Pino Daniele, da Claudio Baglioni a Tiziano Ferro. Con la sua opera, inoltre, ha contribuito alla valorizzazione di tanti giovani artisti, al cui appello non ha mai resistito. Nel 2012, ad esempio, ha sostenuto il progetto "Anestesia Totale", cd di canzoni composte dal musicista foggiano Valentino Corvino, il cui ricavato era completamente destinato alla Comunità di San Benedetto al Porto di Don Andrea Gallo. In quel frangente Battiato ha interpretato insieme a Luca Madonia il brano "L'esondazione" il cui testo era firmato Marco Travaglio ed un altro foggiano, Enrico Cibelli.

“Un artista che continua ad ispirare le nuove generazioni perché, nonostante avesse ben presente cosa fosse la tradizione millenaria delle più diverse culture musicali del mondo – spiega Valentino Corvino (nelle foto) - ha sempre guardato molto avanti e ogni volta ricreato un suono all'avanguardia. Battiato è nato come compositore di musica sperimentale (vincitore del premio Stockhausen con un brano per pianoforte solo, i suoi primi dischi contenevano musica elettronica) e solo all'età di 40 anni ha iniziato a produrre canzoni che sono state di successo immediato. La sua capacità di leggere il futuro della musica è rimasta intatta fino all’ultimo cd. La sua presenza ci ha ispirati nel fare della musica il punto di contatto tra ricerca, spiritualità e comunicazione, abbattendo ogni divisione tra generi, linguaggi, culture, passato, presente e futuro”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione