Cerca

La nota della Regione Puglia

Coronavirus, tutti negativi i 24 casi sospetti in Puglia e Basilicata. L'invito a donare tranquillamente sangue

"Restano confermate tutte le disposizioni impartite in materia di prevenzione: si invitano i cittadini provenienti dalle regioni in cui ci sono focolai a contattare il proprio medico di Medicina generale o il dipartimento della Asl di riferimento territoriale".

Coronavirus, tutti negativi i 24 casi sospetti in Puglia e Basilica. L'invito a donare tranquillamente sangue

"La donazione non costituisce un fattore di rischio per la trasmissione del Coronavirus, non essendo stata dimostrata la trasmissione per via ematica". Per questo il Centro Regionale Sangue invita "i cittadini, in questo momento di difficoltà, a proseguire con tranquillità le attività di donazione di sangue ed emocomponenti presso i Centri Trasfusionali e le Unità di Raccolta perché dobbiamo garantire tutte le attività sanitarie che richiedono il supporto trasfusionale”.

"Sono risultati tutti negativi al test per SarsCoV-2 i campioni dei 24 casi sospetti giunti al Laboratorio di riferimento regionale. I campioni sono arrivati anche dalla Basilicata che ha chiesto il temporaneo supporto della Regione Puglia". E' quanto riferisce il governatore della Puglia, che ha anche la delega alla sanità regionale, Michele Emiliano. “Non avendo allo stato in Puglia la gestione di singoli casi o focolai ci siamo concentrati a predisporre la metodologia nell’ipotesi si dovesse presentare il caso del paziente numero uno. In questa ipotesi, la Regione Puglia farà entrare in azione la rete delle unità operative delle malattie infettive: sono 8, delle quali l’unità delle Malattie infettive del Policlinico di Bari è hub regionale. La rete consta di 195 posti letto, dei quali 25 a pressione negativa ed isolamento. Questa rete entra in azione assieme alla rete di laboratori di microbiologia e virologia, che ha 8 nodi, tra i quali il laboratorio del Policlinico di Bari sarà l’hub per le analisi. A questi si potranno aggiungere altri laboratori presenti sul territorio. Tutti gli adempimenti che ci sono stati richiesti sono stati effettuati con puntualità e senza nessun problema e omissione. Ad oggi sono stati effettuati oltre 100 test SARS-COV tutti negativi, dei quali solo 10 sono stati segnalati al Ministero della Salute, e comunque alla fine sono risultati anche questi tutti negativi”, sottolinea Emiliano.

L'INVITO A DONARE IL SANGUE

Il Centro Regionale Sangue, istituito presso l’Azienda “Policlinico Consorziale” di Bari, intanto invita alla donazione di sangue e di emocomponenti. Infatti, in merito alla donazione di sangue e di emocomponenti  e alla nota nazionale sull’ “Aggiornamento misure di prevenzione nuovo Coronavirus”, è importante evidenziare che la donazione non costituisce un fattore di rischio per la trasmissione del Coronavirus, non essendo stata dimostrata la trasmissione per via ematica. Ad oggi è prevista la sospensione temporanea di 28 giorni solo nei seguenti casi: Donatori rientrati da un soggiorno nella Repubblica Popolare Cinese; Donatori che siano transitati ed abbiano sostato nei Comuni interessati dalle misure di contenimento del contagio dal 1° febbraio 2020; Donatori venuti a contatto con soggetti che hanno contratto l’infezione; Donatori che hanno manifestato sintomi compatibili con infezione da virus respiratorio (febbre >37,5°, mal di gola, rinorrea, difficoltà respiratorie). Non sono previsti al momenti criteri restrittivi oltre quelli su indicati. “Invitiamo pertanto – scrivono dal Centro Regionale Sangue - i cittadini, in questo momento di difficoltà, a proseguire con tranquillità le attività di donazione di sangue ed emocomponenti presso i Centri Trasfusionali e le Unità di Raccolta perché dobbiamo garantire tutte le attività sanitarie che richiedono il supporto trasfusionale”.
 

--

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione