Cerca

Il caso

Mafia a Foggia, il fumo negli occhi di Lamorgese: i magistrati della DDA restano a Bari. E la Lega, che ce l'ha nel suo governo, l'attacca

I magistrati della Dda che si occupano delle indagini antimafia relative al territorio foggiano "resteranno in organico alla Procura di Bari", le stanze adiacenti la scuola di polizia serviranno come "appoggio" per le forze dell'ordine foggiane delegate alle indagini

 I rinforzi del Viminale contro la malavita fanno bene a Foggia: rapine ed estorsioni diminuite del 41%

Il ministro Lamorgese a Foggia per l'inaugurazione della Dia

"Per legge - ricorda la Procura di Bari in una nota - la sede della Direzione distrettuale antimafia, competente per i reati commessi nel territorio della Provincia di Foggia, e' presso la Procura di Bari". Quindi, gli interventi strutturali promessi recentemente da Lamorgese a Foggia per combattere la criminalità sono fumo negli occhi. Come i 21 rinforzi in arrivo sui 50 agenti annunciati. Per questo Davide Bellomo, capogruppo della Lega alla Regione Puglia, e il consigliere regionale foggiano Joseph Splendido attaccano la ministra, trascurando un dettaglio non di poco conto: Lamorgese fa parte del governo che il loro partito sostiene, quindi è corresponsabile delle stesse politiche criticate a Lamorgese

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione