Cerca

Il caso di cronaca

Una pioggia di proiettili tra la folla per l'uccisione di Bonaventura a San Severo: 13 i colpi sparati dai killer che hanno ferito anche un bambino di 12 anni

I proiettili hanno ferito di striscio ad una gamba anche un bambino di 12 anni che si trovava casualmente vicino all'autolavaggio e un dipendente dell'autolavaggio, un giovane di 27 anni.

Una pioggia di proiettili tra la folla per l'uccisione di Bonaventura a San Severo: 13 i colpi sparati dai killer che hanno ferito anche un bambino di 12 anni

La numerazione dei bossoli sul luogo del delitto a San Severo

Nel corso delle indagini gli agenti della squadra mobile hanno eseguito una decina di stub, l'esame per verificare la presenza di particelle di polvere da sparo su indumenti e corpo, e una trentina di perquisiziobi a persone vicine alla malavita locale. A coordinare le indagini la procura di Foggia e la direzione distrettuale antimafia di Bari. Non si esclude un collegamento tra l'omicidio di sabato sera e quello messo a segno a luglio scorso sempre a San Severo durante i festeggiamenti per la vittoria dell'Italia agli Europei di calcio. Gli inquirenti pero' non escludono anche il fatto che l'omicidio di ieri possa essere inquadrato alla guerra di mafia in atto a San Severo per il controllo della gestione del mondo dello spaccio di stupefacenti.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione