Cerca

campagna vaccinale

Covid, ecco i vaccini aggiornati. Il prof. Di Perri è cauto: "Ai 40enni in buona salute non li darei"

"Ammalarsi di Covid, oramai, è una rarità assoluta. In passato significava buscarsi una polmonite che dava un'insufficienza respiratoria e che portava magari in rianimazione, a rischio della vita. Adesso non è più così". Così Giovanni Di Perri, direttore del dipartimento di Malattie infettive all'ospedale Amedeo di Savoia di Torino, in un'intervista a 'Libero'

Covid, ecco i vaccini aggiornati. Il prof. Di Perri è cauto: "Ai 40enni in buona salute non li darei"

Il prof. Di Perri

"È stata inserita la sequenza genetica che codifica e produce le proteine che danno l'identità a Omicron", spiega l'infettivologo. Quanto sono efficaci? "Vanno confrontati con la protezione data dalla quarta dose del vecchio vaccino, non con la situazione dei non vaccinati come ha fatto qualcuno - aggiunge - E tutto sommato c'è un minimo di vantaggio che si può riconoscere: si stimano 8 ricoveri in meno su mille infezioni, è meglio di niente"

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione