Cerca

Grazie alle immagini scattate dai droni

Le fotocamere a infrarossi di Tito portano alla scoperta di un quartiere produttivo nell'antica abbazia molisana di San Vincenzo al Volturno

"Non soltanto un monastero, ma un vero e proprio quartiere produttivo, dove erano conservati forni per vetri, laterizi e metalli, che andava ben oltre il perimetro del chiostro centrale".

Le fotocamere a infrarossi di Tito portano alla scoperta di un quartiere produttivo nell'antica abbazia molisana di San Vincenzo al Volturno

L'indagine della campagna di scavo condotta dall'Universita' Suor Orsola Benincas, realizzata anche con tecnologie avanzate (in particolare le immagini scattate da drone equipaggiato con fotocamera a infrarossi e termica, fornito dall'IMAA-CNR di Tito, in provincia di Potenza), ha permesso di accertare l'estensione verso Sud del complesso archeologico.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione