Cerca

Operazione della Guardia di Finanza di Vieste e Manfredonia

Pugnochiuso, sequestrato gommone carico di nove quintali di "maria": arrestati due albanesi

i militari sono riusciti ad individuare e catturare i due scafisti, con gli abiti ancora bagnati, che si erano rifugiati all’interno di una villetta di un residence.

La marijuana sequestrata dai finanzieri, in parte recuperata in mare, era confezionata in 55 colli, per un peso complessivo di 885 chilogrammi che, una volta immessa sul mercato clandestino, avrebbero fruttato oltre 8 milioni di euro.

Un gommone carico con nove quintali di marijuana che si dirigeva verso le coste garganiche. Lo hanno intercettato I militari della Guardia di Finanza che hanno arrestato due trafficanti albanesi accusati di traffico internazionale di sostanze stupefacenti. L’altra sera durante un concueto servizio di perlustramento e di controllo delle acque antistanti il Gargano i militari hanno avvistato, a largo di Pugnochiuso, una imbarcazione presumibilmente carica di sostanza stupefacente. I trafficanti, alla vista delle pattuglie della guardia di finanza  hanno cercato di liberarsi di parte del carico gettandolo in mare. Hanno poi abbandonato il gommone sulla spiaggia e sono fuggiti a piedi.  Finanzieri, saliti a bordo del natante, accertavano la presenza di alcuni involucri tipicamente utilizzati per trasportare marijuana. Nel frattempo giungevano sul posto le pattuglie del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Foggia, precedentemente allertate, che iniziavano un’accurata perlustrazione del tratto costiero. Le pattuglie delle Fiamme Gialle di Manfredonia e Vieste riuscivano, dopo una minuziosa ispezione dei luoghi interessati, con l’ausilio di mezzi aerei, ad individuare e catturare i due scafisti, con gli abiti ancora bagnati, che si erano rifugiati all’interno di una villetta di un residence.  Il gommone, lungo circa 9 metri, utilizzato per il traffico illecito, è stato sequestrato e successivamente condotto nel porto di Vieste. Gli scafisti, di 52 e 39 anni, entrambi di Valona con precedenti specifici, sono stati arrestati per detenzione e traffico internazionale di stupefacenti. La marijuana sequestrata dai finanzieri, in parte recuperata in mare, era confezionata in 55 colli, per un peso complessivo di 885 chilogrammi che, una volta immessa sul mercato clandestino, avrebbero fruttato oltre 8 milioni di euro.

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione