Cerca

La sentenza

La Cassazione dà torno a Emiliano: non poteva stare in un partito (Pd), «Si è magistrati a vita, perciò imparziali»

«Il magistrato non smette mai i propri panni, essendo chiamato a rispondere della condotta tenuta anche al di fuori dell'esercizio delle funzioni; e l'elezione non spezza, neppure temporaneamente, il legame di appartenenza del magistrato all'ordine giudiziario»

La Cassazione dà torno a Emiliano: non poteva stare in un partito (Pd), «Si è magistrati a vita, perciò imparziali»

Emiliano magistrato e Emiliano nel Pd

''Perciò, il magistrato, finché rimane tale, può sì accedere alle cariche elettive ed espletare il relativo mandato elettorale, ma solo con modalità tali da non compromettere i beni primari della indipendenza e della imparzialità, nonché della loro appartenenza, che caratterizzano la sua figura di appartenente all'ordine giudiziario".

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione