Cerca

Tarquinio, intanto, preferisce non commentare

Elezioni provinciali, la barzelletta di Giuseppe Pica e Antonio Potenza

I due chiedono al commissario provinciale di Forza Italia di riunire il coordinamento provinciale, eppure Pica sa bene, essendo vice commissario, che non esiste; Potenza avanza pretese, pur non essendo neppure iscritto al partito

Elezioni provinciali, la barzelletta di Giuseppe Pica e Antonio Potenza

Giuseppe Pica

In Forza Italia di Capitanata non esiste alcun coordinamento provinciale perché, di fatti, il partito è retto da Lucio Tarquinio con poteri di commissario affiancato da tre vice commissari: Roberto Ruocco, Giandiego Gatta e, udite udite, Giuseppe Pica. Potenza, poi, fa insieme a Pica la voce grossa nell'avanzare pretese da un partito a cui non è neppure iscritto e a dispetto del quale, in ogni caso, sta brigando nel preparare candidature e liste al di fuori di Forza Italia. Una barzelletta, insomma.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione