Cerca

Interrogatorio di garanzia per i quattro indagati davanti al Giudice Michela Valente

Estorsioni a baristi, Giuseppe Francavilla: «Non ho mai conosciuto quelle persone»

Ciro Francavilla e Ciro Caione, difesi dall'avvocato Censano, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. E' ancora in corso di svolgimento l'interrogatorio di Giuseppe Scarpiello

Estorsioni a baristi, Giuseppe Francavilla: «Non ho mai conosciuto quelle persone»

«Non ho mai avuto contatti queste persone (padre e figlio, i titolari di un bar alla periferia della città ndr). Non ho mai avuto incontri con loro, quindi come posso aver fatto richieste estorsive a gente che non conosco?». Lo ha detto davanti al Gip del Tribunale di Foggia, Giuseppe Francavilla, accusato insieme al fratello Ciro, a Giuseppe Scarpiello e a Ciro Caione di aver preteso dai titolari di un bar aperto sette mesi la somma di 50 mila euro. Le due vittime hanno dapprima cercato denaro anche a tassi usurai, poi acclarata l'impossibilità di pagare hanno proposto la cessione della propria attività commerciale pur di essere lasciati in pace

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione