Cerca

Campionato serie C

Tra Catania e Potenza finisce in pareggio, è 1 a 1 al "Massimino"

Il Potenza subito in vantaggio con Ferri Marini(15'), si vede raggiungere al 33' da un rigore trasformato da Curiale

Tra Catania e Potenza finisce in pareggio, è 1 a 1 al "Massimino"

Allo stadio Angelo Massimino di Catania arriva il terzo pareggio consecutivo in campionato, secondo punto del 2020 per i rossazzurri. In occasione della 22^ giornata di serie C girone C, il Catania di mister Cristiano Lucarelli ospita il Potenza calcio di mister Giuseppe Raffaele, reduce dalla sconfitta rimediata nell'ultimo turno contro la Ternana. In uno stadio semivuoto,  sono gli ospiti a sbloccare il match. Dopo una grande occasione sprecata da Di Molfetta, che non ha avuto la necessaria freddezza sotto porta, Ferri Marini approfitta di un’ingenuità di Calapai, ritrovandosi il pallone tra i piedi per poi insaccare facilmente, solo davanti a Furlan. Il Catania reagisce creando una buona opportunità con Barisic al 20′ ed il colpo di testa di Biagianti che si perde sopra la traversa. Al 29′ rischia ancora la difesa etnea perchè si apre un’autostrada per Viteritti che fa il suo ingresso in area ma, per fortuna del Catania, da posizione favorevolissima calciato a lato. Pochi minuti più tardi, fallo di mano commesso da Giosa e calcio di rigore concesso senza esitazione dal direttore di gara, D’Ascanio di Ancona. S’incarica della battuta Curiale che non sbaglia, siglando il meritato pareggio.

Buon avvio per la formazione ospite ad inizio ripresa. Al minuto 8 Furlan effettua un’ottima respinta sullo sgusciante Ferri Marini. Qualche istante prima il Catania si era prodotto in un’azione offensiva interessante con Curiale che ha messo in mezzo, ma la difesa lucana è riuscita in qualche modo a respingere la minaccia. Il tempo scorre e cala la spinta delle due squadre che attaccano con poca lucidità, facendo spesso ricorso ai lanci lunghi. Lucarelli si gioca le carte Curcio, Sarno e Vicente per provare ad illuminare la manovra offensiva, guidata da un generosissimo Di Molfetta. Proprio Curcio al 38′ riceve un pallone pregevole da Di Molfetta, colpisce di testa e per poco non supera Ioime. L’infortunio del neo entrato Saporetti costringe Lucarelli a rivedere l’ultimo cambio, impiegando Mbende. Potreste rossazzurre nel finale per la mancata concessione di un rigore che poteva starci. Conclusi i 5′ di recupero, il non impeccabile arbitro marchigiano manda le squadre negli spogliatoi.

Di seguito risultati e classifica.

Sabato 18 gennaio ore 14.30
Picerno-Viterbese 0-1

Domenica 19 gennaio ore 15
Bari-Rieti 5-2
Bisceglie-Reggina 1-2
Casertana-Virtus Francavilla 1-1
Catania-Potenza 1-1
Paganese-Sicula Leonzio 0-0
Ternana-Rende 3-1
Vibonese-Cavese 0-1

Domenica 19 gennaio ore 17.30
Catanzaro-Monopoli 1-2
Teramo-Avellino 1-0

Classifica

Reggina 52, Bari, Ternana 43, Potenza, Monopoli 40, Catanzaro 32, Teramo 31, Catania 30, Paganese, Viterbese, Cavese 28, Vibonese, Casertana, Avellino 27, Virtus Francavilla 24, Picerno 20, Bisceglie, Rende 14, Sicula Leonzio 12, Rieti** 8.

Una gara in meno

** 5 punti di penalizzazione

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione