Cerca

Almanacco

Il 19 agosto 2000 il terribile omicidio di Graziella Mansi ad Andria: bruciata viva ad 8 anni da un branco di balordi

I suoi aguzzini: Pasquale Tortora, Michele Zagaria, Giuseppe Di Bari, Domenico Margiotta e Vincenzo Coratella, tutti di età compresa fra i 18 e i 20 anni.

Il 19 agosto 2000 il terribile omicidio di Graziella Mansi ad Andria: bruciata viva ad 8 anni da un branco di balordi

La piccola Graziella e i suoi aguzzini

"Graziella aveva paura e questo ci faceva divertire ancora di più. Volevamo torturarla un po’, non volevamo violentarla. Poi, è uscita l’idea del fuoco. Ci pensavamo da giorni, a giocare nel fuoco. Bevevamo birra e ci esaltavamo a giocare, a tenerla. Abbiamo raccolto sterpaglia, intorno, abbiamo legato la bambina. E il fuoco l’ ha coperta”, confessarono al il Pm Francesco Bretone i 5 balordi; uno dei quali, Vincenzo Coratella si è impiccato alla branda della cella con la corda dell'accappatoio. "Andria non dimentica", ha detto la sindaca di Andria, Giovanna Bruno che ha preso l'impegno di dare finalmente una "degna sistemazione" alle spoglie della bambina.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione