Cerca

A bocca aperta. I consigli del dentista

Quel fuoco in bocca, senza riuscire a capire dove sta l'incendio, chiamato stomatopirosi

Il problema grosso di questa sindrome è che nessuno sia mai riuscito davvero a capirne la causa e questa cosa porta spesso chi ne è affetto a rivolgersi continuamente a diversi specialisti senza mai riuscire a trovare le risposte o un trattamento efficace. 

Quel fuoco in bocca, senza riuscire a capire dove sta l'incendio, chiamato stomatopirosi

L’insorgenza è maggiore dopo i 50 anni, e colpisce prevalentemente il sesso femminile. Molti pazienti usano per definire il dolore le espressioni “punture di spilli, bruciore dei carboni, freddo ghiacchio”.

Oggi vorrei parlarvi di una condizione del cavo orale molto complessa e di difficile risoluzione. Si tratta della stomatopirosi o più semplicemente sindrome della bocca urente. Questa condizione è assai diffusa e la caratteristica principale dei pazienti che ne sono affetti è che soffrono di un forte bruciore diffuso in bocca senza che si possano riscontrare vere e proprie lesioni. Può spesso capitare di avvertire il bruciore soltanto localizzato alla bocca.

Il problema grosso di questa sindrome è che nessuno sia mai riuscito davvero a capirne la causa e questa cosa porta spesso chi ne è affetto a rivolgersi continuamente a diversi specialisti senza mai riuscire a trovare le risposte o un trattamento efficace. Diverse sono le ipotesi che potrebbero portare alla manifestazione di questi sintomi, si è parlato di allergie alle componenti acriliche di protesi dentarie, ma sono situazioni assai rare. C’è chi ha ipotizzato una associazione con gastriti o reflussi, altri ancora a una iperattività linguale o a  parafunzioni. Si è infine ipotizzato una relazione con gli estrogeni endogeni vista la maggiore frequenza della sindrome in donne in postmenopausa. La cosa certa però è che nei pazienti affetti da stomatopirosi si associano disordini di origine psicosomatica, si arriva a modificare il proprio carattere o ad esasperarlo con ansia, ipocondria, stress e anche depressione, queste caratteristiche possono essere presenti prima dell’insorgenza della condizione dolorosa o esserne una conseguenza, anche su questo non abbiamo una visione certa e univoca.

L’insorgenza è maggiore dopo i 50 anni, e colpisce prevalentemente il sesso femminile. Molti pazienti usano per definire il dolore le espressioni “punture di spilli, bruciore dei carboni, freddo ghiacchio”. Il compito dell’odontoiatra è innanzitutto quello di assicurarsi che l’insorgenza non abbia origine da cause locali, dopo di che le alternative terapeutiche sono varie. Non esiste purtroppo una terapia specifica ma il professionista potrà agire per tentativi. Mi rivolgo a chi ne è affetto, non abbiate fretta, confidate nel vostro medico, probabilmente riuscirà a trovare una cura efficace soltanto se gli permetterete di agire passo dopo passo. Vi auguro una buona festa dei lavoratori e un sorriso a tutti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

Giuseppe Giuliano

Giuseppe Giuliano

Quanto conta un bel sorriso? Tanto, direte voi. Verissimo e per custodirlo è indispensabile avere cura di tutta la bocca. Bastano semplici accorgimenti quotidiani che spesso trascuriamo compromettendo nel tempo la nostra salute. Eccovi, allora, qualche consiglio “A bocca aperta” (tra le accortezze che vi stupirete di non avere mai considerato e la simpatia con cui è possibile farle proprie) per preservare il vostro sorriso, il vostro benessere e farvi un amico in più: il dentista. 

A proposito di dentisti, vi dico qualcosa in più su di me: mi chiamo Giuseppe Giuliano, sono laureato presso l’Università degli studi di Siena, ho uno studio da libero professionista a Santa Maria Capua Vetere e sono consulente di impianto-protesi presso alcuni studi tra Lazio, Campania e Puglia. Se volete conoscermi personalmente, a Foggia mi trovate alla Biodent, in via della Repubblica (tel. 0881.777026). Buon sorriso a tutte e a tutti.   

edizione digitale

Sfoglia il giornale

Acquista l'edizione